Under16 Regionale: si interrompe il sogno dei 2002

Finisce con una bruciante sconfitta per 51-52 il match degli ottavi di finale del campionato Under16 con Carate Brianza che espugna il PalaBasiglio e conquista il turno successivo. I biancorossi non trovano continuità a canestro e nel finale pasticciano regalando il rimbalzo offensivo che permette agli ospiti il sorpasso finale.

CESTISTICA ASSAGO-MASTERS CARATE BRIANZA 51-52
ASSAGO: Proserpio 8, Mirabelli 5, Gabanelli 21, Aiello 2, Tagliaferri 5, Albertini, Bai, Marzegalli, Cerdelli, Resegotti 8, Fusi 2, Pessini. All. Rustioni

Clicca qui per vedere tutte le foto della partita
Clicca qui per la cronaca di Lombardia a Canestro

Si chiude purtroppo con una sconfitta casalinga l’esperienza per questa stagione della squadra 2002 che dopo aver vinto sia il girone di qualificazione, che la seconda fase Gold, si arrende agli ottavi di finale contro Carate Brianza per 51-52.
Alla fine dei conti è fatale la partenza a rilento dei biancorossi con gli ospiti che scattano sul 9-18, costringendo così la squadra di Rustioni a sprecare importanti energie mentali per rientrare.
All’intervallo gli ospiti sono ancora avanti 26-33, ma il terzo quarto è difensivamente perfetto per i “Massicci” che concedono solo due punti agli avversari e scavalcano proprio a fine terzo periodo sul 38-35.
L’inizio dell’ultimo quarto, con due triple di Proserpio e Gabanelli sembra far scappare via i biancorossi sul 44-35, ma proprio qui si inceppa l’attacco basigliese. Un’ultima tripla di Proserpio ridà slancio ancora alla squadra di coach Rustioni sul 51-47, ma purtroppo a 2’30” dalla fine sarà l’ultimo canestro del Milano3, mentre la beffa arriva nel finale.
A 30″ dalla fine Carate segna il libero del 51-50, poi sbaglia il secondo e sul rimbalzo offensivo scavalca sul 51-52. Purtroppo i nostri ragazzi non hanno la forza di sorpassare di nuovo e così finisce il campionato.
C’è da rimarcare, però, che la squadra ha continuato i suoi progressi lungo tutta la stagione, dimostrando anche personalità nelle gare importanti. Purtroppo il bello (il brutto) della gara secca è che può succedere di tutto e Carate, credendoci, fino alla fine ha meritato il passaggio del turno.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi