Under13 Top: la battaglia del Lido dura 50 minuti, ma alla fine arriva la qualificazione

I biancorossi centrano il successo sul campo dell’Urania Milano dopo un’infinita partita terminata dopo due tempi supplementari. L’Istituto Leopardi sbanca lo storico campo milanese per 52-56 conquistando così il successo necessario per continuare a giocare nel Top.

URANIA MILANO-ISTITUTO LEOPARDI MILANO3 52-56 d2ts
MILANO3: Laudato 3, Franceschi 23, Sgnaolin 2, Belò 10, Faoro 13, Ficarazzi 2, Paparella 3, Sottile, Pedrocchi, Bevilacqua, Lubrano, Di Teodoro. All. Pugliese

Clicca qui per la cronaca di Lombardia a Canestro
Clicca qui vedere tutte le foto della partita

Ci sono partite che te le ricordi per tutta la vita. Quella vinta nella storica “secondaria” del Lido sarà una di queste per i nostri ragazzi del 2007 che, con il successo ottenuto contro l’Urania Milano 52-56, hanno conquistato il pass per partecipare alla seconda fase del girone Top, il massimo livello regionale della categoria. Vinta in rimonta, dopo due supplementari, in trasferta, in una palestra che trasuda di storia della pallacanestro. Difficile trovare più elementi per rendere la gara memorabile.
L’inizio è complesso, con i piccoli dei milanesi che puntano sistematicamente i nostri allungando subito sul 6-1. Milano3 non riesce a trovare il filo del discorso in attacco e così Urania si porta 15-8 al 9′, ma l’ultimo minuto sorride ai basigliesi che con Belò e Franceschi accorciano (15-12). Il secondo periodo sembra dire meglio all’inizio sul 19-18, ma poi la difesa del Milano3 concede qualche canestro di troppo permettendo ai padroni di casa di chiudere su 27-20 all’intervallo. A inizio ripresa Urania prova l’allungo sul 31-22, ma con uno sprazzo di Faoro l’Istituto Leopardi accorcia sul 31-29. Non basta perchè l’Urania di coach Montefusco prima si porta 36-31 al 30′, poi va in gestione quando si trova sul 44-36 al 37′. Sembra finita visto che il canestro sembra impossibile da centrare per gli ospiti. Invece, come per magia, si accende l’attacco biancorosso che con Franceschi e Belò torna improvvisamente vicino fino ad impattare a quota 44 nel minuto finale, mentre in tutto l’ultimo quarto Laudato cancella letteralmente il miglior marcatore di casa Traversa che non realizza neanche un punto. Così si va all’overtime e il grado di tensione del “thriller” aumenta ancora di più: si arriva al 44′ in parità anche se solo con un canestro per parte (46-46, per i biancorossi Faoro), poi Traversa segna un libero, mentre noi sprechiamo l’occasione del sorpasso, così il play milanese è di nuovo in lunetta a -8″ e con un altro 1/2 porta il punteggio sul 48-46. Timeout biancorosso e Franceschi a 3″ dalla fine impatta a quota 48, mentre Belò difende bene evitando l’ultimo attacco avversario. Si continua, secondo supplementare, il cardiopalma non si ferma, arrivano prima i canestri di Belò e Laudato, poi 4 punti di Franceschi che chiudono la questione (52-56) e regalano ai biancorossi il passaggio del turno. Un plauso a tutti perchè davvero, in campo e in panchina, hanno dato il massimo per centrare l’obiettivo mettendo da parte i personalismi e divenendo veramente Squadra.
Adesso il percorso che inizierà da gennaio in poi nel girone Top Rosso sarà durissimo, ma altrettanto formativo e con l’orgoglio di chi si è conquistato la possibilità all’ultimo sprint proverano a combattere ogni partita.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi